La stampa americana ha potuto mettere le mani sulle nuove avventure dell'Uomo Pipistrello, ecco un resoconto delle news più importanti…

La stampa d'oltreoceano ha potuto mettere le mani su una demo – probabilmente assai simile a quella che anche noi proveremo all'E3 – di Batman: Arkham Origins, il prequel della serie di avventure del Crociato Incappucciato, un tempo affidata a Rocksteady e ora nelle mani dei ragazzi di Warner Bros. Interactive.

Vi proponiamo, dunque, un breve sunto delle novità più importanti emerse dall'hands on, sperando di poter quanto prima proporvi una nostra analisi del gioco.

Polygon segnala, in particolare, le differenze nel gameplay del titolo, spiegando come, data la maggiore giovinezza di Bruce Wayne, l'intero gioco è molto più "aggressivo e nervoso", con nuove mosse di arti marziali e scene di combattimento ancora più intense. Arkham Origins, infatti si basa quasi interamente sulla serie di fumetti Legends of the Dark Knight e, dunque, propone un'ambientazione decisamente più oscura e meno "fumettosa" dei due titoli precedenti.

Sulla stessa lunghezza d'onda è anche IGN che, però, si sofferma di più sulla modalità detective, un classico della serie che, in questo capitolo è stata potenziata, dando a Batman la possibilità di ricostruire gli avvenimenti anche tornando molto indietro nel tempo, basandosi solo su pochissimi indizi. Nel complesso, tuttavia, anche il loro articolo segnala come, di base, il gioco sia decisamente più votato al lato action. IGN segnala, inoltre, che Gotham, ora, è ancora più ampia di quanto non fosse in City e vedrà in funzione un sistema di clima dinamico che, stando agli sviluppatori, avrà non poche implicazioni sul gameplay. Infine il sito spiega che Arkham Origins implementerà un sistema di skill e punti esperienza pensato per premiare i giocatori più abili senza però punire quelli meno esperti; Warner l'ha paragonato alle classi di Borderlands 2, vedremo come si tradurrà in pratica.

Joystiq, nel suo articolo, si concentra sulla trama e sull'ambientazione, spiegando che la nuova Gotham, per quanto ampia e dettagliata, appare molto meno "carismatica" di quella ritratta da Arkham City, soprattutto a causa della mancanza delle caratteristiche "insegne" del Joker e della sua continua presenza come deus ex machina dell'intera vicenda. In realtà, con un piccolo spoiler, il sito scrive che, a fine demo, fanno una comparsata sia il terribile clown che Bane, anticipando così una serie di possibili colpi di scena che, con la sola presenza di Deathstroke non avrebbero potuto aver luogo.

Gameinformer, nella sua preview, spiega che Arkham Origins "si gioca e viene percepito" come un titolo molto simile ai due precedecessori, senza enormi innovazioni o stravolgimenti di sorta. Warner ha preferito un'opera di rifinitura del suo titolo anziché una ristrutturazione generale che, con tutta probabilità, sarà affidata a Rocksteady con un progetto per la next gen.

Infine segnaliamo che Mark Hamill non presterà più la voce al Joker, come aveva già annunciato tempo fa. Il suo posto è stato preso da Troy Baker che, nel gioco precedente, interpretava il terribile Due Facce.

Per vedere il primo full trailer di Batman Arkham Origins e per tutte le informazioni aggiuntive vi rimandiamo alla nostra scheda.

Il gioco arriverà su Playstation 3, PC, Xbox 360 e Wii U il prossimo 25 ottobre.