Vicarious Visions ripassa la palla a Toys for Bob, Activision tiene tutto sotto controllo e la serie Skylanders si prepara ancora ad un nuovo successo, quello che probabilmente consisterà in Skylanders: Trap Team, il suo nuovo episodio, in uscita ad ottobre in vari formati. Il franchise che negli anni recenti ha spopolato, introducendo la possibilità di dar vita (digitale) ai giocattoli, continua per la sua strada, ma la presentazione alla quale abbiamo avuto di assistere durante l’E3 2014 ha svelato qualche elemento di novità che aggiunge molto al gameplay.

Skylanders: Trap Team - screenshot

Skylanders: Trap Team – screenshot

Un breve ripasso, per chi non conoscesse Skylanders. Il gioco permette di lanciarsi, su console, in avventure action platform, nelle quali si attraversano mondi fantastici e si affrontano strambi nemici, assecondando un gameplay semplice ma divertente. Si può farlo nei panni di uno dei tanti Skylanders creati dai team di sviluppo che si sono avvicendati nei vari episodi, ma il punto di forza del gioco è la possibilità di cambiare in ogni momento il personaggio. Come? Semplicemente comprandone il giocattolo e collegandolo ad un’apposita base. Un’idea alla quale ormai ci siamo abituati, ma che comunque ogni volta che ci pensiamo ci fa impazzire di gioia: ad avere l’età…

La progressione della serie negli anni è sempre stata costituita da una semplice dinamica: ad ogni nuovo gioco, si accompagnano nuovi personaggi, e si va avanti, con gli scaffali che si riempiono di pregevoli statuine e nuovi elementi di gioco vengono introdotti nel gameplay dei titoli. Skylanders: Trap Team non fa eccezione, anzi introduce una delle innovazioni più intelligenti e particolari nella storia della saga: la possibilità di catturare, e poi utilizzare, i boss nemici. Il nuovo espediente ludico è giustificato dalla trama: Kaos ha distrutto la prigione nella quale erano confinati numerosi e pericolosi criminali, che ora sono in giro per il mondo a far danno. Starà al giocatore fermarli e magari metterli al proprio servizio, e per farlo avrà bisogno di un particolare cristallo, da acquistare e da attaccare alla base: ogni cristallo potrà contenere un solo personaggio, e per catturarlo dovrà essere del suo stesso elemento. Considerando che saranno circa quaranta i gaglioffi utilizzabili, si prevede ne sarà necessaria una consistente scorta.

Skylanders: Trap Team - Broccoli Guy

Skylanders: Trap Team – Broccoli Guy

Ogni nemico ha a propria disposizione una serie di attacchi e mosse speciali, che lo rendono unico, ed è questo l’aspetto che potrebbe migliorare in maniera sensibile la varietà dell’esperienza e la sua rigiocabilità, perché oltre che per combattere le loro caratteristiche uniche saranno necessarie per risolvere piccoli enigmi ambientali e magari accedere a nuove aree. Ci si ritroverà quindi invogliati a catturarli tutti, a comprare cristalli e a divertirsi con creature che, almeno stando a quanto visto, sembrano essere ispiratissime. Broccoli Guy, il cui aspetto potete facilmente immaginare, e Painyatta, un enorme essere colorato capace di vomitare dolciumi, sono già i nostri preferiti, e non vediamo l’ora di conoscere gli altri. Ovviamente ci saranno anche nuovi Skylanders e nuove statuine, perché il marchio di fabbrica della serie non si perde certamente per strada.

Skylanders: Trap Team sembra quindi avere tutte le carte in regola per divertire e attirare i giovani giocatori come e forse anche più dei precedenti episodi, anche per merito di un comparto tecnico che, soprattutto su console di nuova generazione, si mostra essere di tutto rispetto, con il colorato mondo di gioco valorizzato da scelte stilistiche adeguate e da una discreta tecnica. Ad ogni episodio la serie pare farsi sempre più interessante, e la direzione intrapresa nel nuovo episodio conferma questa impressione. Molto del successo del gioco dipenderà anche dal carisma delle statuine che vi si accompagneranno, ma visti i precedenti, siamo assolutamente fiduciosi al riguardo.