A conferma dei rumor che imperversavano nelle ultime settimane, i prossimi giochi Pokémon per Nintendo Switch saranno Pokémon: Let’s Go, Pikachu! e Pokémon: Let’s Go Eevee!, che usciranno il 16 novembre prossimo.

Quello che sappiamo finora, che riportiamo direttamente dalla nostra notizia, è che “i giocatori dovranno esplorare la regione di Kanto e catturare i Pokémon che incontreranno lungo la loro via. Oltre Pokémon Go, com’è chiaro già dal titolo dei giochi, l’altra fonte di ispirazione per gli sviluppatori è Pokémon Giallo, nel quale si veniva costantemente seguiti dal proprio partner Pokémon, ed è quanto succederà anche nei due nuovi titoli, con Pikachu o Eevee, a seconda della versione scelta.

Saranno presenti tutti i 150 Pokémon della prima generazione, più una manciata di Alola e uno del tutto nuovo, da catturare semplicemente con movimenti del Joy-Con o di una nuova periferica, la Poke Ball Plus, o da trasferire da Pokémon Go. Ovviamente saranno presenti le battaglie contro gli altri allenatori, ma Game Freak sta ancora decidendo riguardo il bilanciamento tra gli scontri e la cattura nell’economia del gameplay.”

Ma guardando il trailer fotogramma per fotogramma possiamo scoprire delle altre informazioni, ed è proprio quello che faremo.

 

 

Partiamo dallo stile grafico. A prima vista sembra la trasposizione dell’estetica dei titoli Nintendo 3DS su Nintendo Switch, ma in realtà i modelli dei personaggi sono più simili alle illustrazioni dei primi giochi Pokémon per Game Boy. Questo ritorno alle origini è apprezzabile, considerando anche che praticamente tutti i Pokémon presenti sono quelli di prima generazione, i due Pokémon: Let’s Go potrebbero rappresentare di fatto il punto d’inizio per tutta una nuova generazione di giocatori.

“i modelli dei personaggi sono simili alle illustrazioni dei primi giochi Pokémon per Game BoyL’interazione con il Pokémon companion sembra potrebbe svilupparsi ulteriormente. Nei primi fotogrammi del gioco vediamo infatti l’allenatrice interagire con Eevee toccandogli la zampa, mentre l’allenatore maschio fa una carezza a Pikachu (su quello che speriamo non sia un vaso per fare i bisogni). Ci aspettiamo quindi anche minigiochi o la possibilità di aumentare il proprio livello di affinità, per sbloccare magari nuove mosse, oggetti o quant’altro. In chiusura del trailer, infatti, vediamo la possibilità di far indossare degli abiti diversi a PikachuEevee.

In seguito abbiamo la possibilità di vedere il funzionamento della cattura di un Pokémon, che stavolta sono a vista e non nascosti nell’erba alta o nelle grotte. Non c’è l’opzione Lotta ma Get Ready (il gioco sarà localizzato in italiano, ovviamente), insieme a Items, Help e Run away. Facile ipotizzare quindi che la cattura dei mostriciattoli segua lo stesso sistema di quanto visto in Pokémon Go, con il movimento del Joy-Con che sostituisce lo swipe sul touchscreen del telefono.

Pokémon: Let's Go multiplayer

Il multiplayer sembra essere molto “fluido”

Nella modalità multiplayer locale vediamo un secondo giocatore unirsi alla partita direttamente, senza un suo Pokémon d’accompagnamento. Il secondo giocatore potrà lanciare una seconda Poké Ball al mostro da catturare, le quali si fonderanno per creare una super sfera che, presumiamo, aumenterà notevolmente le possibilità di cattura del mostro.

Ma in Pokémon: Let’s Go ci saranno anche le battaglie con altri allenatori, come il mitico Pigliamosche che vediamo nel trailer. Nel filmato il combattimento si svolge con due giocatori, ma è lecito pensare che si potranno affrontare anche in solitaria. In questo caso il combattimento si svolge nel solito modo, ovvero con le barre di energia, le mosse dei Pokémon e tutto il resto. La rivoluzione che Game Freak ha promesso, quindi, avverrà presumibilmente nel titolo RPG che uscirà nel 2019, sempre per Nintendo Switch.

Pokémon: Let's Go Poke Ball Plus

La Poke Ball Plus è di fatto un normale controller

Veniamo alla Poke Ball Plus, accessorio (non indispensabile, ovviamente) che potrà essere utilizzato con il titolo. Si tratta di fatto di un controller senza tasti, con tanto di stick analogico (cliccabile), che però al suo interno potrà ospitare il nostro Pokémon compagno. Potremmo quindi trasportare Pikachu o Eevee fuori casa. La Poké Ball diventa di fatto un portachiavi che emetterà di tanto in tanto il verso del Pokémon al suo interno.

Ma Pokémon: Let’s Go interagisce anche con Pokémon Go, e il trailer ci mostra come. I mostri catturati sull’app potranno essere trasferiti nel Go Park su Nintendo Switch, in quello che è un ambiente che ricorda il Chaos Garden dei Sonic Adventure. Non è ben chiaro cosa possano fare i Pokémon di Go in Let’s Go (mamma mia, sta diventando difficile). Al contrario, da Nintendo Switch è possibile inviare dei doni a Pokémon Go, probabilmente mostri catturati o semplicemente degli oggetti utili.

In chiusura il trailer torna su Pokémon: Let’s Go, mostrandoci la possibilità di poter usare alcuni dei mostri catturati come mezzi di trasporto. Però vediamo anche degli altri Pokémon che seguono gli allenatori :sarà possibile utilizzare i più grandi per esplorare l’ambiente, dato che non ci saranno le Macchine Nascoste.

Infine, con Pokémon: Let’s Go, Pikachu! e Pokémon: Let’s Go, Eevee! sarà possibile incontrare un nuovo Pokémon, presumibilmente una delle nuove creature che comporrà la nuova generazione che arriverà su Nintendo Switch nel 2019.