Main sponsor di Lucca Comics & Games 2018, TIM ha conquistato la manifestazione lucchese organizzando presso il TIM Dome le finali del torneo di TIM Asphalt 9 Legends, che si tengono ogni giorno in compagnia degli youtuber Mates.

Abbiamo avuto l’opportunità di parlare di TimGames con Antonio Imbimbo, responsabile Entertainment & Digital Services.

Come sta andando la manifestazione? Sembra ci sia un’ottima partecipazione.

Sta andando molto bene, con Asphalt 9 Legends siamo partiti dal gioco mobile che è stato lanciato in Italia a fine luglio in una versione brandizzata con tutti i circuiti e la Lotus TIM. Abbiamo fatto un torneo con la finale alla Milano Games Week insieme a Gameloft, e poi abbiamo lanciato il torneo TimGames fisso, in streaming sul nostro TIMbox. Con Gameloft il gioco è stato portato sulla nostra piattaforma di cloud in esclusiva mondiale, e qui stiamo facendo la finale del nostro torneo fisso. Sta avendo molto successo, ci aspettiamo un gran numero di visitatori fino alla fine di Lucca Comics. Il servizio è in streaming, immaginiamo sia il futuro dei videogiochi, una direzione verso la quale si stanno spostando anche i grandi player. Noi pensiamo che lo streaming sia il futuro. Come successo con i video, in questo momento avere giochi recenti non è semplice perché i publisher cercano di monetizzare le console. Ma in catalogo abbiamo quasi 100 giochi, a settembre è stato rinnovato con un focus sul nostro target: bambini 6/12 anni. Abbiamo iniziato con il multiplayer “local”, entro questo mese lanceremo il multiplayer nella community TimGames.

Secondo te cosa fa avere un tale successo a eventi come questo?

Sicuramente il titolo che stiamo presentando, che piace molto al nostro target. Abbiamo trovato il target giusto, inoltre i genitori una volta compresa la nostra piattaforma si sentono molto sicuri perché capiscono che non è un momento di gioco isolato ma di gioco con gli amici in un ambiente sicuro. Abbiamo anche scelto dei testimonial importanti che stanno proponendo ai loro follower il nostro servizio.

Quindi TimGames si propone come un modo per “introdurre” i bambini al mondo del videogioco in maniera sicura?

L’obiettivo è quello, abbiamo accostato la tecnologia del cloud a un target che altrimenti giocherebbe da solo. Con l’aiuto della tecnologia vogliamo che le famiglie si sentano sicure di far giocare i propri figli.

In catalogo però ci sono anche titoli come Tomb Raider o Mad Max. Intendete ampliare questo target in futuro?

Abbiamo naturalmente un catalogo in abbonamento su cui abbiamo fatto innesti di giochi importanti: Tomb Raider, MotoGP 18, una collaborazione importante con Milestone… naturalmente è per giocatori un po’ più grandi, diciamo per i genitori! Stiamo guardando anche gli sviluppatori indie, Okunoka degli italiani Caracal Games è stato lanciato prima sulla nostra piattaforma e poi su Nintendo Switch. Il lavoro con aziende italiane è importantissimo per noi.

Quant’è importante essere presenti a Lucca Comics?

Importantissimo. È un progetto che abbiamo fatto partire mesi e mesi fa e la presenza Tim e di TimGames è importante, è un progetto che farà conoscere TimGames a un pubblico nuovo.

Quest’anno i cellulari sembrano andare nettamente meglio a Lucca Comics, inoltre sappiamo che Tim ha cablato in fibra ottica numerosi stand. Il fatto che TimGames sia appoggiato a un grosso operatore telefonico è un vantaggio?

La connettività è un vantaggio, ovviamente. Anche se il servizio avrebbe bisogno di circa 10 megabit, quindi potrebbe funzionare anche su una connessione adsl, abbiamo scelto di lanciarlo sulla fibra per essere certi che l’esperienza di gioco sia al massimo. La connessione è importantissima!

Vi segnaliamo anche alcune delle foto scattate da Marco Craig presso lo spazio TimCasting in Piazza del Collegio, dove si sono svolti i “casting” per le immagini che verranno inserite in un numero speciale del fumetto Panini Angie Digitwin.

 

 

Consigliati dalla redazione