Ormai dovreste sapere come i videogiochi e il mondo dell’intrattenimento da tavolo siano sempre più connessi. Abbiamo parlato molte volte su queste pagine di come il pubblico sia legato spesso a entrambi i mondi e quindi sia possibile per i produttori creare dei giochi dal largo appeal. Certo, Sea of Thieves è il videogioco meno probabile tra quelli che ci verrebbero in mente se pensassimo ad un gioco di ruolo cartaceo.

Anche se il giocare di ruolo è stata una delle bandiere dei fan del titolo Rare dei primordi, quando i suoi mari erano molto più vuoti di adesso, dopo il tanto lavoro del team di sviluppo, infuso nell’Anniversary Update, quello di Sea of Thieves è un mondo con pochi spunti per poter narrare qualcosa in terza persona. Solcare per i mari è un’esperienza molto soggettiva, ognuno vede quasi qualcosa di diverso nel gioco, pensare di poter riunire delle persone ad un tavolo per giocare un’avventura condivisa può sembrare strano, almeno inizialmente.

Eppure, insieme al gioco di ruolo di The Witcher, e alla quinta edizione di Vampiri: La Masquerade, arrivata finalmente in Italia (che si collega perfettamente con il venturo Bloodlines 2), sarà proprio Sea of Thieves a fare il salto in un diverso contesto.

Sea of Thieves gioco di ruolo

Un estratto dal manuale

L’annuncio è arrivato da Mongoose Publishing, editore britannico specializzato in wargame tridimensionali e giochi di ruolo, tra i cui titoli più celebri ci sono il gioco di ruolo di Lupo Solitario, quello di Conan il Barbaro e una serie di giochi basati sul d20 System che spaziano tra tante ambientazioni. Contrariamente a quanto accade di solito con produzioni del genere, il gioco di ruolo di Sea of Thieves non è stato finanziato tramite Kickstarter ed è disponibile per il pre-order della sua versione finale fin da subito.

“Il gioco è ispirato al 100% alla produzione Rare, ne riprende ambientazione e elementi iconici, dal Megalodonte a ogni singola isola”Il gioco ovviamente è ispirato al 100% alla produzione Rare, ne riprende pedissequamente ambientazione e elementi iconici, dal Megalodonte a ogni singola isola presente nel mare virtuale. Il sistema di gioco è l’inedito Avast, che stando alle parole dei designer è incentrato sull’incentivare l’azione ed il gioco veloce. Le dinamiche tipo del gioco di ruolo di Sea of Thieves sono abbastanza ovvie, prevedono la ricerca di tesori, gareggiando con altri pirati, combattere Capitani Scheletri in isole tropicali, imbarcarsi in lunghi viaggi, soddisfare le richieste dei vari ordini e organizzazioni e, ovviamente, affrontare Megalodonti e Kraken per la gloria eterna.

 

 

Il gioco di ruolo di Sea of Thieves è disponibile fin da subito in formato PDF, mentre nella versione fisica, denominata Sea of Thieves Roleplaying Game Box Set, troveremo:

  • Il Book of Pirates, una introduzione a Sea of Thieves per i neofiti, con un Viaggio (leggi: avventura) completo che serve ad apprendere le basi del gioco e dell’ambientazione.
  • Il Lore of the Sea, il bel tomo per i master che spiega come condurre il gioco e creare i propri Viaggi, oltre al tipo di tesori e pericoli che si possono trovare tipicamente in Sea of Thieves.
  • Il Book of Voyages, una campagna completa che porterà i giocatori a scoprire gli Ashen Jewels.
  • Un gigantesco poster con la mappa del gioco.
  • Diciotto dadi.
  • Segnalini, carte per le armi e per le missioni che serviranno per gestire la nave, combattere i nemici e scovare tesori.
  • Il Lord Guardian Sails, ovvero un codice digitale per sbloccare delle vere esclusive all’interno del videogioco.
Sea of Thieves gioco di ruolo

Le vele che sarà possibile ottenere con il codice speciale all’interno della scatola

Escludendo la versione in PDF, tutti i contenuti fisici saranno disponibili a partire da ottobre 2019, e potete ordinarli direttamente dal sito dell’editore. Il Legendary Dice Box Set, che conterrà solo i dadi, costa poco meno di venti dollari, mentre per il PDF e il Game Box Set sono richiesti rispettivamente trenta e sessanta dollari.

Non avendo ancora avuto modo di testare il sistema Avast, per ora possiamo dire che quella di Mongoose Publishing sembra un’operazione solida e non unicamente un modo per stuzzicare i fan del videogioco. È interessante l’idea di spostare il focus di Sea of Thieves dal gameplay puro al roleplay, vedremo tra qualche mese con quale successo.

Consigliati dalla redazione