Capcom ha recentemente pubblicato il suo report annuale, relativo alle vendite registrate nel corso dell’anno fiscale 2018, conclusosi lo scorso 31 marzo: come si può dedurre, sfogliando le oltre 100 pagine che compongono il documento, la saga di Resident Evil resta il brand di riferimento del publisher nipponico, un successo che si propaga da numerose generazioni di console, attraverso un numero semplicemente esorbitate di episodi, remake e porting.

Il franchise, difatti, ha fin’ora raggiunto la cifra record di 128 titoli in totale, per 91 milioni di copie piazzate sin dalla nascita dell’IP, avvenuta con il primissimo Resident Evil del 1996, pubblicato inizialmente su PlayStation. Si tratta, a conti fatti, di un risultato semplicemente straordinario, sopratutto considerando che Street Fighter, saga ben più longeva, si ferma a 42 milioni, raggiunti grazie i 91 giochi pubblicati nel corso dei 32 anni intercorsi dalla prima volta che abbiamo vestito i panni di Ryu.

A dividere Resident Evil e Street Fighter in questa classifica dei top 3 brand di Capcom, ci pensa Monster Hunter. Le copie vendute sono 52 milioni in sole 43 iterazioni, numero probabilmente destinato a salire vertiginosamente non appena la saga raggiungerà il grande pubblico grazie al film, attualmente in lavorazione, che vede alla regia Paul W. S. Anderson e Milla Jovovich nei panni della coraggiosa protagonista.

 

 

In attesa di scoprire l’accoglienza che i fan riserveranno al già chiacchieratissimo Project Resistance, sempre grazie al report di cui sopra scopriamo che il capitolo della saga zombie più venduto di sempre è, a sorpresa, Resident Evil 5, con 11,2 milioni di copie vendute, seguito a ruota da Resident Evil 6 (9 milioni) e Resident Evil 4 (7,4 milioni). Il recente remake di Resident Evil 2 è attualmente a quota 4,5 milioni di copie piazzate.

 

Fonte: Capcom

 

Consigliati dalla redazione