L’uscita di Luigi’s Mansion 3 si avvicina inesorabile e, con Halloween alle porte, siamo pronti a immedesimarci in una sorta di ghostbuster baffuto che, con l’aiuto di armi incredibilmente potenti quanto assurde e originali, dovrà farsi strada in un hotel da incubo. In attesa del nuovo capitolo dedicato all’acchiappafantasmi più improbabile del mondo videoludico, facciamo un breve recap di quanto abbiamo scoperto finora e di cosa potremo vivere in questa nuova avventura!

 

 

1. La fisica non è un’opinione

Luigi’s Mansion 3 non è il solito platform: l’attenzione che Nintendo ha riposto nei confronti delle leggi della fisica è davvero stupefacente e importante ai fini dei progressi di gioco. Uno dei pilastri del gameplay sta infatti nel saper equilibrare sapientemente le capacità fisiche di Luigi e, soprattutto, della new entry Gommiluigi. Quest’ultimo è il non plus ultra dell’accuratezza, dove la sua gommosa fisicità dimostra come ogni legge della fisica (o quasi) sia stata rispettata (dagli sviluppatori) e debba essere conosciuta (dai giocatori) per dare vita a un gioco dove le conoscenze e abilità mentali vengono stimolate in maniera davvero imprevedibile.

 

2. Parola d’ordine: SPACCATUTTO

Una delle parole d’ordine del terzo episodio delle avventure di Luigi è: distruggere. L’unica soluzione che spesso dovremo adottare per farci strada, per portare alla luce diverse sorprese o semplicemente oggetti utili, sarà quella di radere al suolo costruzioni e oggetti, rasare l’erba e altro ancora. La distruzione sarà davvero indispensabile per scoprire angoli dai passaggi segreti impensabili o tesori golosi che mai avremmo creduto di riuscire a recuperare, anche sopra un letto a baldacchino. E non lo faremo sicuramente saltandoci sopra (vi basti come indizio). Non da meno, spaccheremo tutto e affronteremo i nemici con oggetti e utensili davvero originali, primo fra tutti l’inseparabile ventosa.

 

Luigi's Mansion 3

 

3. Tutta la versatilità di Nintendo Switch

Come ben sapranno i possessori di Nintendo Switch, che questa sia in modalità portatile o nel dock collegata al televisore, da soli o con gli amici, la console offre davvero tanti spunti e utilizzi diversi dei tasti e dell’uso dei Joy-Con. Lasciamo a voi il piacere di scoprirli tutti e di apprezzare la versatilità di Nintendo Switch, aspetto che può rendere ogni partita ancor più avvincente e curiosa da scoprire.

 

4. Chi fa da sé fa per due

E se non avete amici con cui giocare? Non c’è alcun problema: vivrete una sorta di sdoppiamento della personalità, essendo in compagnia del gommoso alter ego del protagonista, il sopracitato Gommiluigi, che vi permetterà di avere quasi sempre un secondo personaggio sullo schermo, pronto a darvi una mano. Se pensate di soffrire di solitudine e rimanere da soli, insomma, niente paura.

 

Luigi's Mansion 3

 

5. Un gioco spaventosamente bello

Come potremo non avere paura in un gioco ambientato in un albergo stregato e, per giunta, con l’arrivo sul mercato previsto per il giorno più lugubre dell’anno? A dirla tutta, in questo caso, saremo noi a dover spaventare il nemico, non il contrario. Dal lato prettamente estetico, i personaggi e i vari esseri che incontreremo nell’avventura non saranno affatto brutti: il lavoro del comparto grafico che abbiamo potuto ammirare è davvero ben fatto. Anche le atmosfere sono rese in maniera efficace, con uno stile davvero personale e a tema con l’avventura proposta. Il mood dei personaggi di questo gioco è in linea con il resto del franchise nella maniera più assoluta, per come lo abbiamo conosciuto finora.

 

Chiusa questa carrellata di 5 punti chiave da tenere bene a mente, non ci resta che attendere l’uscita effettiva di Luigi’s Mansion 3, prevista per il 31 ottobre in esclusiva su Nintendo Switch, per scoprire quali altre sorprese ci riserva la nuova terrificante avventura del verde fratello.

 

Consigliati dalla redazione