Sono passati pochi giorni dal rilascio di Call of Duty: Modern Warfare, nuova iterazione del brand che sembra essere riuscita nell’ardua impresa di conquistare pubblico e critica.

A quanto pare, però, non tutto il pubblico sembra essere d’accordo sulla bontà del prodotto. Nelle ultime ore, infatti, la più recente produzione Activision sta subendo un attacco spietato di recensioni negative da parte degli utenti di Metacritic.

Il motivo dietro questa lapidazione mediatica è presto detto: Call of Duty: Modern Warfare è stato accusato di aver messo in piedi una propaganda contro la Russia e di non aver rispettato le forze armate dell’Unione Sovietica. Una scena in particolare sembra aver infastidito gli utenti, ovvero il momento nel quale una giovane Farah Hadir, insieme a suo fratello, si trova costretta a uccidere un soldato russo che, a quanto pare, sarebbe stato rappresentato in modo troppo stereotipato e grottesco.

 

 

La replica di Joel Emslie, studio art director di Infinity Ward, non si è fatta attendere:

 

È colpa mia. Sono io il responsabile dell’aspetto del personaggio. Ma quello che artisticamente cercavamo di fare era di lavorare a un’esperienza cinematografica. Stavamo tentando di fare qualcosa di memorabile. Continuo a pensare che, metaforicamente, quei ragazzini fossero inseguiti come da un mostro in un labirinto, come se [il soldato] fosse il Minotauro.

 

Un’altra critica al più recente Modern Warfare è stata fatta al livello intitolato, in originale, “Highway of Death”, all’interno del quale viene spiegato come la distruzione dell’area di gioco sia stata causata da un devastante attacco russo, accaduto decenni prima. Gli utenti hanno però constatato come la “vera” Highway of Death fosse quella causata dalle forze Americane in Iraq, durante la prima Guerra del Golfo. Inutile evidenziare come le due autostrade non abbiano nulla a che fare l’una con l’altra.

Con commenti del calibro di “Il peggior gioco dell’anno” e “Ho fatto bene a farmi dare indietro i soldi: i russi sono sempre stati i cattivi nei precedenti CoD, ma questa volta si è superato ogni limite” il punteggio degli utenti di Metacritic si è attestato attorno ai 2.4 su 10, creando un vero e proprio caso mediatico attorno alla titolo prodotto da Activision.

E voi cosa ne pensate di questa storia? Trovate che queste critiche abbiano senso oppure che si tratti di un semplice caso di “follia collettiva”? In attesa di sapere la vostra opinione, noi di BadTaste continueremo a tenervi aggiornati su tutti gli sviluppi del caso!

Vi ricordiamo inoltre che il gioco è già disponibile per PlayStation 4, PC e Xbox One.

 

Fonte: Polygon

Consigliati dalla redazione