Dopo il reveal e le tante notizie, è il momento di occuparci di qualche rumor su Diablo IV.

In seguito al leak emerso da Reddit diversi mesi fa, nello stesso thread che ha anticipato con successo praticamente tutto il contenuto del BlizzCon 2019, dallo stesso autore spuntano altre informazioni molto interessanti su Diablo IV.

La prima di queste riguarda le classi che saranno presenti al lancio. Blizzard ha annunciato tre classi finora, ma a quanto sembra ne verranno annunciate altre due nell’immediato futuro, Paladino e Amazzone. Lo scorso luglio, la gola profonda rivelò che Diablo IV avrebbe avuto cinque classi al lancio: Paladino, Barbaro, Stregone, Amazzone e Druido. Considerato che tre di queste sono state confermate poi dall’annuncio durante il recente BlizzCon, è lecito pensare che anche il resto della lista sia attendibile. Oltre a questo, la fonte dichiara che il Negromante sarà disponibile successivamente al lancio di Diablo IV.

Nuove informazioni anche per Diablo II Remastered che, a quanto pare, sarebbe stato cancellato. L’idea è che Blizzard voglia in un certo senso trasformare Diablo IV nella cosa più vicina a una riproposizione del suddetto capitolo, un po’ come fosse andato avanti nel tempo e uscito direttamente al giorno d’oggi.

Citando le parole del ben informato in questione:

 

Coloro che volevano un remake di Diablo II e un Diablo nuovo di zecca saranno soddisfatti. In pratica è una combinazione di entrambe le cose per l’era moderna. Immaginate come se God of War fosse uscito in origine nell’aprile del 2018 per PlayStation 4.

 

Oltre a questo, dal thread arrivano molte altre informazioni interessanti riguardo il gioco. Informazioni che, nonostante gli avvenimenti recenti, sono ancora ufficialmente dei rumor di Diablo IV:

  • Si potranno scambiare oggetti con altri giocatori, dai materiali per il crafting alle armi. Blizzard non ha ancora scelto come gestire gli oggetti leggendari, visto che il sistema economico del gioco punterà ad essere equo per tutti;
  • Il gioco sarà un game as a service a tutti gli effetti, con aggiornamenti continui, patch e contenuti gratuiti;
  • Arriverà una beta nel 2020 e il gioco potrebbe uscire a maggio 2021.

 

Fonte: DSOGaming

 

Consigliati dalla redazione