Mancano poche ore all’X019 e all’accavallarsi delle news l’evento londinese si rivela sempre più interessante e potenzialmente clamoroso: tra le ultime informazioni, infatti, ci sarebbe anche il reveal delle nuove IP di Obsidian e Rare. Sappiamo già che verrà presentato Age of Empires IV, oltre a tante altre produzioni, reveal inediti, novità sul Game Pass e Project xCloud, e iniziano a emergere i grandi nomi che andranno a popolare le uscite del 2020 per Xbox One e PC.

Microsoft ha investito moltissimo nei nuovi studi di sviluppo, acquisendo tantissime realtà e portandole sotto la propria ala protettiva. Ci si aspetta molto da questa pletora di sviluppatori, e il 2020 potrebbe essere l’anno delle grandi uscite nonostante la prossima generazione di console in arrivo. Bleeding Edge, Minecraft Dungeons e Wasteland 3 sono le uscite confermate per il prossimo anno.

La soffiata arriva anche da Daniel Ahmad su Twitter, analista di Niko Partners, che negli ultimi giorni sta condividendo molte informazioni su quella che sarà la lineup di annunci dell’X019, tra cui le nuove IP di Obsidian e Rare.

 

 

Vale la pena guardare X019 se siete dei fan degli Xbox Game Studios. L’evento avrà delle date di uscita solide per il 2020 per i giochi XGS come Bleeding Edge, Minecraft Dungeons e Wasteland 3. Una nuova IP di Obsidian e Rare. Uno shadow drop. E molto altro.

 

Lo “shadow drop” in questione, alla fine si è rivelato essere Age of Empires II: Definitive Edition. Mentre per il resto si tratta di previsioni abbastanza attendibili, che Ahmad ha approfondito con un successivo cinquettio:

 

 

Microsoft sta investendo molto nei suoi studi, nei giochi e nei servizi. Anche con la prossima generazione dietro l’angolo, gli XGS hanno approssimativamente una mezza dozzina di titoli in uscita nel 2020, prima del lancio di Scarlett. Il Game Pass sarà un grande focus come sempre, sia per XGS che 3P.

 

Insomma, ci aspettiamo grandi cose da questo X019, che non mancheremo di seguire con una pletora (probabilmente) di news.

 

Consigliati dalla redazione