Halo Infinite sarà indubbiamente la next big thing di Microsoft Xbox One, e ovviamente anche di Scarlett. Una console su cui, per altro, i Microsoft Game Studios vorrebbero far uscire un titolo ogni tre mesi circa. Inoltre, l’arrivo della nuova console sarà un importante momento per rilanciare la saga simbolo di Xbox, ovvero Halo, e per questo c’è ovviamente una grande trepidazione, nonché la consapevolezza che non si può assolutamente sbagliare in tal senso.

Di Infinite, per altro, non sappiamo ancora molto, se non che il ritorno di Master Chief sembra in qualche modo confermato, che si tratta di un progetto dietro al quale c’è un investimento e uno studio notevole, e qualcosa su cui tutti puntano molto. Per questo motivo Halo Infinite si avvarrà anche di un nuovo engine: Slipspace. L’architetto dell’engine, Daniele Giannetti, ne ha spiegato le funzionalità e le caratteristiche ai microfoni di IGN.

 

 

Nell’intervista, Giannetti ha dichiarato che il team di sviluppo ha dovuto rielaborare molto dell’engine precedente di Halo, quello che usò 343 Industries. Uno dei problemi dell’engine era che risultava troppo limitato e a senso unico per gli sviluppatori, eliminando ogni possibilità di libertà creativa. Giannetti ha detto di aver aggiustato questo problema, e che il nuovo engine permetterà agli sviluppatori di essere più creativi e facilitare questo tipo di lavoro:

 

L’engine di Halo è molto tecnico, incentrato intorno all’ingegneria. È molto difficile per i creativi lavorarci. Abbiamo fatto tanto lavoro, su Halo 4, per l’engine, per farlo sembrare… penso fosse fantastico, considerato che era un videogioco della generazione precedente.

 

Fonte: Gamingbolt

 

Consigliati dalla redazione