Vi abbiamo già raccontato le nostre prime impressioni dopo l’uscita della prima ala de Il Risveglio di Galakrond, nuova avventura single player per Hearthstone. Nelle due settimane successive, e in attesa del rilascio dell’ultima manciata di carta esclusive, sono state sbloccate le ali due e tre, le quali hanno contribuito a portare in ladder un po’ di novità… ma forse non tante quanto ce ne aspettavamo!

 

 

Delle nuove carte, infatti, non tutte hanno trovato spazio nel meta attuale, mentre solo un paio hanno avuto l’onore di rendere giocabile un archetipo che gli ruotasse attorno. Cerchiamo di delineare un quadro completo della situazione analizzando le carte classe per classe:

 

  • Il Druido ha visto l’introduzione di due carte molto forti e soprattutto molto giocate: stiamo parlando di Venti Crescenti, Magia Gemella a 2 Mana che permette di scegliere se pescare una carta o evocare un’Aquila 3/2, e del Guardiano Alato, Bestia con Provocazione e Rinascita che non può essere il bersaglio di Magie o Poteri Eroe. Inutile dire che Venti Crescenti ha trovato subito spazio nel Quest Druid, rendendo più giocabile e consistente un archetipo che negli ultimi mesi è risultato un po’ traballante. Il Guardiano Alato, invece, ha il merito di aver fatto nascere un solido Embiggen Druid, in un primo momento giocato in difesa, insieme alle Magie Ora delle Streghe e Istinti Primordiali, per spostarsi poi in una zona più aggressiva, con Ingrossamento, la Missione Secondaria Superiorità Numerica e una serie di minion dal costo basso ma dall’ottimo potenziale. Insomma, per il momento, il Druido ha ricevuto un mini-set di tutto rispetto.

 

  • Il Cacciatore ha ricevuto la Magia Gemella Tracce Fresche, che potenzia di +2/+2 una Bestia e che, a volte, si vede giocare in qualche sporadico Beats Hunter vecchio stampo. Una carta forte che probabilmente vedrà più gioco in futuro, dopo la rotazione di aprile. Un’altra aggiunta al Cacciatore è il Trinciacottero Tritatutto, servitore Robot 3 Mana 2/4 che vorrebbe dare consistenza a un Mech Hunter piuttosto aggressivo, mettendo nella mano del giocatore un Robot casuale dopo la morte di un Robot sul campo, ma che al momento rimane nel limbo. Infine, l’aggiunta più interessante e, al momento, più giocata, è il Draco Nidomarcio, un 5 Mana 6/5 che distrugge un servitore nemico casuale se il giocatore ha un Drago in mano. Un’ottima giocata tempo che fonde la potenza del Tiro Mortale con un servitore di tutto rispetto, a patto di scegliere il giusto tempismo.

 

  • Passando al Mago, in attesa di mettere le mani sull’Hero Card di Reno in arrivo domani sera, i due elementali introdotti stanno vedendo gioco sia in una versione Highlander che fonde Draghi ed Elementali, sia in qualche mazzo sperimentale più aggressivo con solo Elementali e qualche Magia. Stiamo parlando dell’Amplificatrice Arcana, 3 Mana 2/5 che recita “Il tuo Potere Eroe infligge 2 danni aggiuntivi” e della Valanga Animata, 7 Mana 7/6 che evoca una copia di se stessa dopo aver giocato un Elementale nel turno precedente. Due ottime new entry per il Mago, quindi, in attesa – come dicevamo – di vedere cosa succederà a partire da domani.

 

  • Per quanto riguarda il Paladino, la situazione forse è un po’ più magra del previsto. Certo, la Magia Gemella Incursione Aerea funziona sia come giocata aggressiva che difensiva, evocando due Reclute Mano d’Argento 1/1 con Provocazione, ma il Signore delle Scaglie, Drago 5 Mana 5/6 che fornisce Scudo Divino ai propri Murloc, non sta facendo parlare di sé. Questo perché, in entrambi i casi, il Paladino non ha goduto di aggiunte impattanti con le precedenti espansioni (e nemmeno con La Discesa dei Draghi, a dirla tutta), o quantomeno non al livello delle altre classi, tanto che i mazzi di classe più giocati continuano a essere l’OTK Pala con Shirvallah e il Murloc Pala con la Magia a 8 Mana Pesci in Faccia, in un mazzo pieno di Murloc che spesso e volentieri non monta il Signore delle Scaglie, poiché già potente e aggressivo di suo. Speriamo che, con la prossima espansione di aprile, il buon Uther possa ricevere qualche carta un pizzico più concreta e impattante…

 

  • Anche il Sacerdote non se la passa benissimo: le nuove aggiunte sembrano promettenti, prendendole singolarmente e analizzandone le statistiche, ma tutto sommato vanno a infilarsi in una classe che sta continuando a campare a suon di Ressurrect e poco altro. La prima del terzetto, la Chierica delle Scaglie, 1 Mana 1/1 che Rinviene una Magia dal proprio mazzo avendo un Drago in mano, può essere forte in determinate situazioni, permettendoci di pescare proprio la Magia che ci serve al momento giusto, ma il mazzo in cui – al momento – andrebbe giocata, un Highlander Dragon Priest, è forse troppo passivo e limitato per rispondere costantemente al meta attuale. Dal canto suo, la Profezia Oscura, Magia che Rinviene un servitore da 2 Mana evocandolo con +3 di Salute, è una buona giocata tempo per mettere presenza in board contro quei deck particolarmente aggressivi, ma non è sicuramente quella carta in grado di definire il meta di cui il Prete, in questo momento, avrebbe bisogno. Discorso a parte per il Razziatore di Eoni, Drago 6 Mana 4/4 che infligge danni a un servitore nemico pari all’Attacco di quel servitore. Ora, sicuramente il minion è molto forte, ma il problema è che, al momento, ci sono classi (come il Ladro, per citarne una a caso) che a turno 6 hanno il proprio lato del campo pieno di minacce, cosa che spesso e volentieri non rende il Razziatore una carta risolutiva. Certo, può funzionare benissimo contro alcune carte specifiche, o per rimozioni oculate e circostanziali, ma purtroppo viene resa di difficile utilizzo in questo preciso momento. Noi ci crediamo, nel Razziatore, quindi staremo a vedere.

 

  • E ora parliamo proprio del Ladro, anche se – a dire il vero – c’è poco da dire. Le tre carte ricevute da Valeera sono davvero ottime, il problema è: quali carte sostituire da un Galakrond Rogue o Highlander Rogue per fare spazio a queste tre? Non è semplice. La Corsara dei Cieli, servitore 2 Mana 1/3 con Furtività e Rantolo di Morte che consente di pescare una carta, è una perfetta giocata di turno 2, mentre la Ceromanzia, Magia da 2 Mana che Rinviene un servitore con Grido di Battaglia e ne riduce il costo di (2) è una buona carta per rimediare a una curva di mana spiacevole e a una brutta mano iniziale. Dal canto suo, lo Scultore dell’Ombra, 5 Mana 3/2 che permette di pescare una carta per ogni carta giocata in quel turno, dopo una Combo, è un ottimo minion che virtualmente potrebbe essere inserito in qualsiasi mazzo Rogue (a maggior ragione con la presenza della Bacchetta del Re Coboldo e di Galakrond stesso che permettono di pescare carte a 0 Mana), se non ci fosse il solito quesito: quali carte rimuovo da un mazzo per farvi spazio? Troppo forte.

 

  • Carte altalenanti per lo Sciamano, dall’ottimo potenziale ma – al momento – non semplici da infilare in un mazzo. Parliamo di: Evoluzione Esplosiva, Magia da 2 Mana che trasforma un servitore in un servitore casuale che costa (3) in più; Pugno di Ra-Den, arma leggendaria che evoca un servitore leggendario casuale dopo aver lanciato una Magia: Occhio della Tempesta, Magia da 10 Mana che evoca tre Elementali 5/6 con Provocazione. Sono tutte e tre carte che sicuramente troveranno spazio nel meta, prima o poi, ma che – al momento – non stanno trovando margine nel mazzo più potente dello Sciamano, il Galakrond (sia Highlander che non). La speranza è l’ultima a morire, quindi.

 

  • Lo Stregone, fino a oggi, ha ricevuto solo due carte: il Servo Demoniaco e la Conoscenza Distorta. Il primo, un servitore 1 Mana 2/1, possiede il Rantolo di Morte “Aggiunge l’Attacco di questo servitore a un tuo servitore casuale” è stato inserito in qualche lista Zoolock, mentre la Conoscenza Distorta, Magia da 2 Mana che recita “Rinvieni 2 carte dello Stregone” ha visto gioco in qualche Handlock o in mazzi molto lenti. Niente di che, al momento.

 

  • Il Guerriero è entrato in possesso di due ottime carte, che tra l’altro sinergizzano particolarmente bene tra loro: stiamo parlando della Marinaia Avventata, Pirata da 1 Mana 1/3 che infigge un danno a tutti i servitori dopo aver giocato un servitore, e la Lanciatrice di Bombe, 3 Mana 2/3 che evoca una Robobomba 1/1 ogni volta che subisce danni. Inutile sottolineare la combo letale, con la Marinaia che più funzionare bene anche in un Pirate Warrior (leggermente sottotono dopo il nerf dell’Ancora Piratesca) e la Lanciatrice che sta venendo giocata anche negli archetipi Galakrond o Highlander. Esplosivo!

 

  • Chiudiamo questa carrellata con le carte generiche, tra le quali troviamo l’Avventuriero Ufficiale, 2 Mana 3/2 che mette nella mano di chi la gioca una Moneta se controlla una Missione; la Maestra Paracadutista, 3 Mana 2/2 che evoca un servitore da 1 Mana dal proprio mazzo; il Grandinatore, 5 Mana 3/4 che evoca due Schegge di Ghiaccio 1/1 che congelano; la Prepotente Armata, 5 Mana 5/5 che recita “nel turno successivo, le carte con Grido di Battaglia dell’avversario costano (5) in più”. Tra queste carte, la Prepotente sta venendo giocata come tech card per contrastare Zefris, i Galakrond, Regina Alexstrasza o molte altre carte con Grido di Battaglia, ottima per impostare uno scacco matto prima del colpo di grazia, rendendo più difficile la ricerca di soluzioni disperate da parte dell’avversario. Infine, segnaliamo la leggendaria Generale dei Cieli Kragg, servitore 4 Mana 2/3 con Provocazione che evoca un Pappagallo 4/2 con Assalto se nel corso della partita abbiamo giocato una Missione (anche secondaria), eccellente in tutti quei mazzi che – appunto – giocano una Missione.

 

Insomma, a conti fatti, Il Risveglio di Galakrond si sta dimostrando un’avventura che mescola ottime carte a carte meno impattanti. Come già anticipato, però, non è detto che quelle carte ritenute al momento poco incisive non possano diventarlo tra due mesi, dopo la rotazione del set Standard. In ogni caso, potrete leggere le nostre impressioni conclusive su quest’avventura di Hearthstone tra qualche giorno, dopo aver testato a fondo anche le ultime carte de Il Risveglio di Galakrond, ovviamente sempre qui su BadTaste.it.

Per tutte le informazioni aggiuntive su Hearthstone, invece, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale del gioco Blizzard.