Idealmente, la distanza con Wii Sports, con la sezione dedicata al golf ovviamente, non è ampia quanto ci si aspetterebbe. Il senso di meraviglia, a dirla tutta, è assolutamente simile. E simile è la sensazione, qui con le dovute e ovvie distanze beninteso, di essere realmente sul green, intenti a scegliere il ferro migliore con cui colpire la pallina.

Nel 2006 toccò al Wiimote darci questa illusione, costringendoci a muovere almeno il polso, anche se i veri pro si esibivano in eleganti e convintissimi swing, trascinando parte dello spettacolo anche al di qua dello schermo. Oggi, se lo spirito del Wiimote persiste ancora, naturalmente traslato nella sua controparte targata Sony, parliamo ovviamente del Move, grazie al PlayStation VR quel senso di immersione ha raggiunto livelli ovviamente impensabili sulla vecchia, vecchissima piattaforma della Grande N.

Sulle prime, difatti, si resta piacevolmente colpiti dal colpo d’occhio offerto da Clap Hanz, tecnicamente nella norma beninteso, ma graziato da un art design coloratissimo, che infonde buonumore, un concreto senso di spensieratezza e serenità.

Everybody’s Golf VR screenshot

Si può giocare anche con un comune Dualshock 4, sempre sfruttando gli accelerometri del pad di PlayStation 4

Dando di tanto in tanto una sbirciata campo che si estende tutt’intorno, si inizia a prendere confidenza con il sistema di controllo, accorgendocisi immediatamente che, a discapito degli altri capitoli della saga, non ci sono indicatori da riempire o lasciar svuotare quanto basta. Tutto è gestito interamente dagli accelerometri del Move, controller che si trasforma letteralmente in mazza da golf, pronto ad essere agitato per colpire la pallina, mandandola sempre più vicina, si spera, alla buca

“Everybody’s Golf VR ha il sapore di una demo a pagamento”Se il grado di precisione è sicuramente molto alto, ma non privo di zone d’ombra, legate più che altro alla corretta calibrazione della telecamera, il grado di apprendimento del funzionamento del sistema di controllo è estremamente soggettivo. La potenza del colpo viene determinata dalla forza impressa nel gesto di colpire la palla. La direzione, invece, è influenzata dall’inclinazione del ferro al momento dell’impatto con la sfera. In breve, la durata dello sconsolante apprendistato in cui non si fa altro che accumulare boogie su boogie, a furia di raccogliere la pallina in fondo ad un bunker o tra l’erba alta, è estremamente soggettivo, più o meno breve a seconda delle vostre capacità e abilità personali.

Una volta presa la mano, tuttavia, inizia il divertimento. O meglio, inizierebbe. Ricordate l’ideale vicinanza tra Wii Sports e Everybody’s Golf VR? Purtroppo il paragone si palesa nella cronica mancanza di contenuti, modalità, sbloccabili. Se nella produzione di Nintendo ciò era assolutamente comprensibile, tanto più che il gioco veniva venduto in bundle con la console, la produzione di Clap Hanz ha poche giustificazioni in merito. Non esiste un multiplayer, né un vero e proprio torneo. Ciò che è peggio, una volta sul green si tratterà di completare tutte le buche previste da uno dei tour offerti, preoccupandosi solo dei propri risultati, vista l’assenza di avversari controllati dalla CPU.

Everybody’s Golf VR screenshot

Potrete scegliere il vostro assistente e il set di mazze in uso, ma nei replay del colpo appena effettuato il vostro avatar sarà comunque visualizzato come una sagoma priva di qualsiasi tratto caratteristico

Anche sul fronte degli sbloccabili c’è davvero pochissimo da segnalare. Un paio di assistenti alternativi, qualche set di mazze dall’aspetto più gradevole e null’altro.

Everybody’s Golf VR ha il sapore di una demo a pagamento. Ottimamente confezionata, ineccepibile nell’obiettivo che si prefigge di raggiungere, ma priva di qualsiasi progressione, attività alternativa, incentivo a completare tutti i campi. Così come si presenta sul mercato, la proposta di Clap Hanz, per quanto lodevole sul piano prettamente ludico, è contenutisticamente fin troppo rinunciataria per essere un potenziale acquisto di chiunque non sia un fan sfegatato della disciplina in oggetto. Un vero peccato, viste le ottime premesse.

Consigliati dalla redazione

VOTO6
Tipologia di gioco

Everybody’s Golf VR è una simulazione di golf in realtà virtuale.

Come è stato giocato

Abbiamo ricevuto un codice per il download da PlayStation Store. Già dopo sei ore avevamo completato tutti i circuiti proposti, sbloccando ogni oggetto del gioco.