Sin dal suo annuncio, Marvel’s Avengers è stato un titolo in grado di trasmettere differenti emozioni agli appassionati dei personaggi della Casa delle Idee. Un design poco ispirato e una prima demo troppo scriptata non sono riusciti a convincere del tutto l’utenza, in un primo momento, ma i ragazzi di Crystal Dynamics hanno lavorato sodo per riuscire a soddisfare anche il giocatore più esigente. Ecco che il titolo prodotto da Square Enix, dopo mesi di perfezionamento, ha saputo quindi mostrare una nuova anima, in grado di conquistare sia i fan Marvel, che il pubblico alla ricerca di un nuovo game-as-a-service da affrontare.

Il 4 settembre Marvel’s Avengers è ufficialmente approdato su PlayStation 4, Xbox One e PC con una prima ondata di contenuti, compresa la campagna principale che vede come protagonista Kamala Khan. Nei prossimi mesi, però, gli sviluppatori hanno già annunciato che non solo il titolo potrà essere giocato (senza costi aggiuntivi) anche sulle console next-gen, ma anche una vasta serie di update gratuiti. La natura ludica del gioco realizzato dal team americano, infatti, prevede numerose espansioni in grado di aumentare il numero dei personaggi giocabili, dei nemici e delle missioni. Quello che trovate nei negozi, quindi, è solamente l’inizio di un prodotto che, ci auguriamo, possa crescere ed espandersi considerevolmente in futuro.

 

Marvel's Avengers

 

Una volta avviata l’applicazione del gioco, come già anticipato, ci troviamo di fronte a una trama che, seppur incompleta, chiude un primo arco narrativo della vicenda con protagonisti i Vendicatori. La storia vede gli Avengers accusati di un disastro che colpisce la città di San Francisco, in seguito al quale gli Eroi più Potenti della Terra si trovano costretti a sciogliersi e a darsi alla macchia. Toccherà a Kamala Khan (Ms. Marvel) unire nuovamente il gruppo, per sventare una menzogna che potrebbe costare la vita a migliaia di persone.

“Il comparto narrativo di Marvel’s Avengers riesce a fare il proprio compito, senza infamia e senza lode”Senza voler entrare troppo nel dettaglio per non rovinare l’esperienza a chi deciderà di acquistare il gioco, possiamo affermare che il comparto narrativo di Marvel’s Avengers riesce a fare il proprio compito, senza infamia e senza lode. Nonostante il titolo vanti dei momenti decisamente ispirati, spesso legati proprio alla giovane fan dei Vendicatori, la storia non offre colpi di scena degni di nota o idee particolarmente brillanti. Gli sviluppatori, inoltre, hanno optato per la scelta di caratterizzare poco gli Avengers, per dare più risalto alla supereroina pachistana. Una scelta senza dubbio degna di nota, visto il potenziale del personaggio, ma che purtroppo dà per scontato che il giocatore conosca già alla perfezione il background di tutti gli altri eroi coinvolti. Questo, di conseguenza, porta a una caratterizzazione psicologica banale e talvolta persino macchiettistica di gran parte dei Vendicatori, facendo perdere un po’ di mordente alla produzione.

Nel corso della campagna, inoltre, sono presenti solamente quattro nemici provenienti dall’universo Marvel, uno dei quali viene combattuto nella demo ambientata a San Francisco. Si tratta di una scelta abbastanza infelice, che manca d’infondere all’interno della storia quella magia trasmessa dalla controparte a fumetti (o cinematografica) degli Eroi più Potenti della Terra. Gli atti finali della storia, inoltre, risultano eccessivamente sbrigativi, sottovalutando alcuni momenti chiave della storia e rendendo i rapporti tra i personaggi vuoti e poco approfonditi.

 

Marvel's Avengers

 

Sia chiaro, Marvel’s Avengers risulterà comunque un titolo in grado di stupire ed emozionare il fan Marvel, ma, allo stesso tempo, saprà anche deludere quell’utenza, abituata a storie di ben più ampia portata.

La campagna principale può essere completata in circa 12 ore di gioco, riuscendo a piantare le basi per tutte quelle meccaniche che i giocatori dovranno padroneggiare per affrontare le missioni più complesse. Segnaliamo, infine, la presenza di quest dedicate a ogni singolo personaggio, che, insieme ad alcune storyline secondarie più generiche, andranno ad aumentare di molto la longevità finale del gioco.

 

 

Dietro la natura di GaaS, Marvel’s Avengers nasconde un titolo action in terza persona dalle meccaniche tanto semplici quanto divertenti. Una volta scelto quale Vendicatore utilizzare, il giocatore dovrà affrontare missioni di vario tipo contenenti differenti obiettivi da superare. Se le quest legate alla trama principale appaiono più scriptate e meglio dirette da un punto di vista registico, le missioni secondarie (legate all’Iniziativa Avengers, che costituisce il vero e proprio endgame del gioco) presentano invece vaste aree da esplorare, con punti d’interesse multipli. Andare direttamente nel punto stabilito dall’indicatore, inoltre, garantirà di procedere più spediti nella storia, ma priverà l’utente della raccolta di oggetti necessari al potenziamento del proprio alter ego digitale.

L’opera prodotta da Square Enix, infatti, è pensata per spingere il giocatore a esplorare a fondo le aree e a migliorare costantemente il proprio equipaggiamento, raccogliendo e potenziando i pezzi del proprio inventario. Ecco che quindi, una volta completata la succitata campagna principale, ci sarà bisogno di continuare a giocare per incrementare i punteggi di caratteristica dei vari eroi. Tra i punti di forza dell’intera produzione, infatti, c’è sicuramente la differenziazione tra i sei personaggi Marvel inizialmente disponibili. Ognuno di essi è caratterizzato in modo totalmente diverso, rendendo gli scontri vari e differenti in base al Vendicatore utilizzato.

 

Marvel's Avengers

 

Non vi nascondiamo che ci siamo divertiti davvero molto a passare dalla roboante potenza di Hulk, al combat system più tecnico di Iron Man, senza dimenticare l’agilità della Vedova Nera, l’equilibrio di Thor, la varietà di Ms. Marvel e resistenza di Captain America. Il gioco, inoltre, spinge costantemente il giocatore a cambiare personaggio, per sbloccare tutti i traguardi delle Schede Eroe. Completando le missioni giornaliere e settimanali, uniche per ogni Avenger, si potrà così ottenere così nuovi elementi estetici e differenti tipologie di crediti in-game. Crediti che, a loro volta, potranno essere poi utilizzati per acquistare skin e/o le Schede Eroe dei personaggi che saranno inseriti in futuro nel gioco. Crystal Dynamics, da questo punto di vista, è riuscita a creare una meccanica che funziona alla perfezione, spingendo l’utente a giocare costantemente e rendendo le microtransazioni una caratteristica assolutamente accessoria.

“Marvel’s Avengers è un titolo che da il meglio di sé nella componente multigiocatore”Al di là di alcune missioni della storia principale, Marvel’s Avengers è un titolo che da il meglio di sé nella componente multigiocatore. Insieme ad altri tre amici, infatti, sarà possibile intraprendere numerose missioni, con lo scopo di raccogliere oggetti sempre più potenti e di far salire di livello i propri eroi. Il matchmaking, in questi primi giorni di uscita del gioco, ha creato qualche piccolo problema, ma si tratta di dettagli che siamo certi saranno sistemati nei prossimi giorni. È interessante evidenziare, però, come gli sviluppatori abbiano dato la possibilità di affrontare qualsiasi quest anche in solitaria, affiancati da bot dalla dubbia intelligenza artificiale. Nonostante un’IA ballerina, infatti, si tratta di una feature che potrebbe far felici coloro che preferiscono giocare al titolo lontano da qualsiasi chat e interazione con altri utenti.

Dopo aver elogiato un gameplay divertente e ben differenziato per ogni eroe, dobbiamo però trattare anche il principale difetto ludico di Marvel’s Avengers: la varietà delle missioni. Una volta completata la campagna, infatti, i giocatori si troveranno a ripetere continuamente uno striminzito numero di quest, spesso troppo simili tra loro dal punto di vista degli obiettivi e del setting. Ci auguriamo che a questa monotonia di fondo venga presto posto rimedio con i futuri contenuti previsti da Crystal Dynamics. Vi ricordiamo nuovamente, infatti, che questo è solamente l’inizio del lungo percorso intrapreso dal titolo dedicato ai Vendicatori. Un percorso che, visti i numerosi punti di forza della produzione, ci auguriamo possa procedere deciso verso il successo.

 

Marvel's Avengers

 

Da un punto di vista tecnico, Marvel’s Avengers vanta alti e basi. Graficamente, il titolo mostra i muscoli grazie a modelli 3D senz’ombra di dubbio riusciti e a un colpo d’occhio in grado di lasciare spesso a bocca aperta. Una volta posata l’attenzione su alcuni elementi secondari, però, è impossibile non notare alcune texture sottotono, ambienti spogli e un dettaglio generale non certo impressionante. Anche sotto il profilo artistico, il gioco offre nemici spesso asettici, incapaci di stupire per design e ben lontano dagli standard ai quali ci ha abituato la Marvel, in qualsiasi sua forma, negli ultimi anni.

Discreto il comparto sonoro, con musiche azzeccate e un doppiaggio in italiano capace di stupire in alcuni punti (il Tony Stark di Lorenzo Scattorin è davvero ottimo) e deludere in altri. A danneggiare la valutazione finale sotto il profilo tecnico, è però la presenza di un’enorme quantità di bug e glitch. Personaggi che si compenetrano, missioni che non aggiornano l’obiettivo da raggiungere, frequenti cali di frame, lip sync sfasato e momenti nei quali i personaggi parlano prima in inglese e poi in italiano funestano l’esperienza dal primo all’ultimo minuto di gioco. Niente di devastante e in grado di danneggiare irrimediabilmente l’esperienza, ma senza dubbio in grado di farci evocare il padre di Thor in più di qualche momento.

 

Marvel's Avengers

 

Insomma, Marvel’s Avengers è un titolo che presenta un gameplay appagante e numerose missioni da affrontare in compagnia dei propri amici o in solitaria. Peccato, però, che queste missioni siano spesso un po’ troppo ripetitive e che la campagna non riesca ad andar oltre a una sufficienza piena. Questo non toglie che, se siete anche lontanamente dei fan della Casa delle Idee, il titolo targato Crystal Dynamics potrebbe essere una delle produzioni che più giocherete nei prossimi mesi. In ogni caso, per ora non possiamo fare altro che sperare che le magagne tecniche vengano presto risolte e che i prossimi update riescano a inserire nuovi elementi in grado di rendere l’esperienza varia e divertente.

 

VOTO7,5
Tipologia di gioco

Marvel’s Avengers è un GaaS con una struttura da action in terza persona, pensato per avere una buona quantità di contenuti al lancio destinati a venire migliorati e incrementati dai futuri update del gioco.

Come è stato giocato

Il titolo è stato giocato su PlayStation 4 Pro attraverso un codice gentilmente concesso dal publisher.