Epic Games ormai ha capito bene come lavorare ai contenuti aggiuntivi di Fortnite. Arrivati alla quinta stagione ormai abbiamo visto moltissime situazioni che in qualche modo stanno creando una sorta di contesto narrativo intorno al battle royale dei record, che sia un vero e proprio racconto oppure una scusa per creare un evento, un raccordo con la stagione successiva.

L’ultima novità in questo senso riguarda un gigantesco cubo che, apparentemente, non sta facendo nulla. Apparso all’inizio della stagione, il grande oggetto sembra avere una vita propria, sebbene non sia chiaro cosa sia destinato a fare esattamente.

Dopo l’apparizione di qualche giorno fa a seguito della patch 5.30, il cubo viola ha iniziato a muoversi. È impossibile da danneggiare, ed anzi è l’oggetto stesso a togliere energia vitale ai giocatori che tentano in qualche modo di scalfirlo. Intorno, però ci sono molti misteri. Talmente tanto è l’interesse verso il cubo (ma forse più verso Fortnite ed i click che porta con sé) che Forbes sta dedicando un reportage quasi giornaliero sulle attività del misterioso artefatto (o qualsiasi cosa sia).

Fortnite cubo screenshot

Ed è pure inquietante, oltretutto

Ovviamente non è chiara la sua traiettoria precisa, sebbene ci siano molte teorie al riguardo. Una delle mete probabili sembrava essere Salty Springs, e il motivo è legato ad altri rumor riguardanti quella zona della mappa. In quella location ci sono già stati avvistamenti ed eventi singolari, come dei suoni che ricordano i versi dei dinosauri, ad esempio. Il cubo sembra spostarsi ogni ora e 43 minuti, più o meno.

Le previsioni del collega di Forbes si sono rivelate abbastanza esatte perché il cubo si è fermato in cima ad una collinetta tra Fatal Fields e Salty Springs e, almeno per il momento, non sembra avere l’intenzione di muoversi ulteriormente.

“Stando ad alcuni dataminer che hanno indagato nel codice di Fortnite, l’oggetto dovrebbe essere legato a sette eventiIn compenso sta iniziando a fare qualcosa. Il cubo sembra aver attivato una sorta di campo energetico, che lo fa brillare di una luce violacea. Questo effetto è arrivato contestualmente all’apparizione di una serie di rune sulla sua superficie, ovviamente non ricollegabili a nessun linguaggio, simbolismo, o easter egg di sorta conosciuto dall’uomo. Il campo che produce ha anche degli effetti. All’interno di esso la gravità è minore, non si prendono danni da caduta e ci si muove praticamente come sulla Luna.

Ma non è finita qui, perché il cubo ha iniziato a fare anche altro.

Fortnite cubo screenshot

Ecco il simbolo, quasi lovecraftiano, lasciato dal cubo

Il 29 agosto c’è stato un primo tentativo di comunicazione, per così dire. A fianco del cubo, che continua a produrre gli effetti di cui sopra, è apparsa una runa sul terreno. Il simbolo, che sembra bruciato nella terra, è anch’esso incomprensibile, come quelli che continuano ad essere riprodotti sulla sua superficie, ed è talmente luminoso che è possibile vederlo dall’aerobus durante il lancio.

Stando ad alcuni dataminer che hanno indagato nel codice di Fortnite, l’oggetto dovrebbe essere legato a sette eventi, una serie di cose che il parallelepipedo farà prima di arrivare ad un lago, o almeno qualcosa collegato ad esso. È probabile che tra tre settimane, ovvero quando la stagione sarà al termine, il cubo concluderà il suo viaggio e succederà un qualche evento in grado di trasformare la mappa definitivamente, come ormai è consuetudine per quanto riguarda il battle royale di Epic Games.

Nel momento in cui scriviamo non ci sono aggiornamenti considerevoli sulla vicenda. Il nostro è stato un riassunto degli eventi, ma voi potete facilmente immaginare ciò che è successo nel web in questi pochi giorni. Teorie che si rincorrono, screenshot, meme di ogni tipo (qualcuno ipotizzava, scherzando, che fosse un riferimento all’animazione di accensione di GameCube), e notizie ad una frequenza impressionante.

Epic Games sta azzeccando pienamente il modo con cui creare interesse intorno ad una produzione che per sua stessa natura è stantia. Anche con pochi sforzi perché, di fatto, non è che si vada a manipolare considerevolmente l’architettura del gioco con questi eventi. A questo punto non ci resta che aspettare la fine del viaggio del nostro cubetto, e scoprire cosa il team di sviluppo abbia in serbo per la sesta stagione.

Consigliati dalla redazione