Bandai Namco ha portato al PAX Australia (evento iniziato oggi e che durerà fino al prossimo 13 ottobre) Cyberpunk 2077, l’attesissimo RPG di CD Projekt RED, con una demo della durata di circa un’ora che ha permesso ai ragazzi di GameSpot di dare un’occhiata a un paio di nuove e interessanti abilità.

La prima è il cosiddetto Demon Software. Il nome scelto fa subito intendere come si tratti di un’abilità decisamente cattiva, e infatti così è. Grazie a essa, V (il protagonista del gioco, totalmente personalizzabile), può obbligare un nemico ad attaccare se stesso. Come? Nella demo V ha preso di mira il braccio del proprio avversario, ha usato l’abilità e voilà, ecco l’arto rivoltarsi contro il suo possessore. Forse un po’ crudele, ma decisamente sfizioso.

La seconda, ugualmente intrigante, è l’abilità Nano Wire. V ha a propria disposizione un cavo con il quale può interagire con gli altri abitanti di Night City, sia per hackerarli, sia per connettersi a loro per scambiare informazioni. L’arancione fluorescente del cavo stesso, però, potrebbe essere l’ultimo colore che i suoi nemici vedranno: all’occorrenza, infatti, si trasforma in una vera e propria arma con la quale tagliuzzare chiunque intralci la sua strada.

Stando a quanto trapelato, la demo del PAX Australia sarebbe la stessa mostrata a porte chiuse alla gamescom 2019 lo scorso agosto: confidiamo nel fatto che un video di gameplay a essa dedicato venga presto pubblicato.

 

CORRELATI A CYBERPUNK 2077:

 

Cyberpunk 2077 sarà disponibile dal 16 aprile 2020 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Consigliati dalla redazione