In una recente intervista rilasciata a PlayStation Access, Hideo Kojima è tornato a parlare di Death Stranding, soffermandosi su alcuni dettagli del gioco, come le reazioni che ha suscitato nel pubblico e nella critica e l’aspetto della produzione che lo ha reso più orgoglioso: riguardo proprio quest’ultimo argomento il game designer giapponese ha affermato di essere fiero della sua componente multiplayer. Queste le sue parole:

 

Se guardiamo al mondo com’è ora siamo connessi a internet 24 ore al giorno. E questa tecnologia in origine era stata pensata per renderci felice. Invece, quello che vedi oggi è persone in forma anonima litigare tra di loro e discriminarsi. Alcune persone si stanno stancando dei social media e dello stesso internet. Ma quando si gioca a Death Stranding la connessione con le altre persone è del tutto positiva.

Non c’è niente di negativo, è tutto basato sulle intenzioni e sul feedback positivo, si inizia a tenere l’uno all’altro. Se c’è stato un aspetto del gioco che a un certo punto mi ha preoccupato è se questa positività avrebbe funzionato o meno e come. Ma guardando i feedback, le persone dicono cose come “Oh, sono un po’ più simpatico ora!”. Quando l’ho visto ne sono rimasto molto felice. Sono molto orgoglioso di questo.

 

 

Cosa pensate delle dichiarazioni di Hideo Kojima sul multiplayer di Death Stranding? Ditecelo nei commenti!

 

Fonte: PlayStation LifeStyle

 

Consigliati dalla redazione