Sappiamo che The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 (nome assolutamente non ufficiale) è in sviluppo per Nintendo Switch, ma come sarebbe stato il gioco se fosse stato pianificato su Nintendo 64? Molto probabilmente, al netto di qualche dettaglio tecnico, come nel video che trovate in apertura alla news. L’ha realizzato il canale YouTube The Regressor, ispirandosi allo stile adottato da Nintendo in produzioni come The Legend of Zelda: Ocarina of Time e The Legend of Zelda: Majora’s Mask. E il risultato, come ironizza il video stesso, che riporta un poco probabile E3 1999 come contesto per il reveal, sembra davvero provenire da vent’anni fa.

Attualmente nulla è noto riguardo il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Il gioco è stato svelato nel corso dell’E3 2019 e non ne è stata fornita una finestra di uscita. Il reveal trailer mostra Link e Zelda avventurarsi una misteriosa grotta, posta probabilmente sotto il Castello di Hyrule. Lì trovano quella che sembrerebbe essere la mummia di Ganondorf, che improvvisamente riprende vita, mentre un potere all’apparenza maligno inizia a manifestarsi. Nell’ultima immagine il Castello di Hyrule inizia a muoversi e sembra staccarsi dal suolo.

 

CORRELATI:

 

Fonte: The Regressor su YouTube

 

Consigliati dalla redazione